UNA NOTTE COSI' / SEGRETI

WEA - 1983

 

Loretta torna in Rai come conduttrice “di punta”.

RAI 1 le affida un quiz in prima serata "cucito" su di

lei; da qui il titolo, semplice ma d’effetto “Loretta

Goggi in quiz”. Il programma è innovativo, la scenografia è in plexiglass, con giochi di luce avveniristici e laser che proiettano scritte e immagini sulle pareti.  Loretta cambia look: sofisticatissima pettinatura anni 30 realizzata da Sergio Valente. La sigla finale, bellissima, “Una notte così”, è  sempre di Cassella-Savio. Il retro è Segret ….il testo ha dei passaggi talmente coperti dalla musica che a distanza di anni ancora non sono stati individuati con certezza….Loretta aiutaci tu!!!

 

UN AMORE GRANDE / SOLO UN'AMICA

WEA - 1984

 

I giornali annunciano la partecipazione di Loretta a

Sanremo 84. La canzone è griffatissima: Umberto

Tozzi ha scritto la musica, Bigazzi il testo. Loretta è

nell’elenco ufficiale ma, colpo di scena, all’ultimo

momento decide di non partecipare. La canzone

viene regalata ad un altro artista. La mancata

partecipazione di Loretta al festival impedisce a

questa bellissima canzone di ottenere il successo

che meritava. L’interpretazione di Loretta è appassionata e vissuta. Il retro è

un estratto da “Pieno d’amore”, “Solo un’amica”,uno dei brani più belli del disco.

 

NOTTE ALL'OPERA / SLOWLY

CGD - 1984

 

Loretta vince il Telegatto, il quiz viene riproposto

l’anno successivo. La regia è di Gianni Brezza.

Accanto a Loretta, Memo Remigi per il secondo

anno consecutivo e un giovanissimo Fabio Fazio. 

La sigla è "Notte all’opera". Il contratto WEA è sciolto

e il disco esce per la CGD, ma resta un episodio

isolato. Il retro, “Slowly”, cantato in inglese, è il

brano portante della colonna sonora del film 

“Giochi d’estate”, dei fratelli Vanzina. Al termine delle puntate di "Loretta Goggi

in quiz"  Loretta annuncia l’intenzione di realizzare un nuovo album e di

autoprodurlo, ma il progetto resta irrealizzato.

 

IO NASCERO' / UN BACIO

FONIT-CETRA  - 1986

 

1986; l’anno della grande svolta musicale e professionale. Loretta è la conduttrice ufficiale del

Festival di Sanremo; per la prima volta nella storia

del festival una donna, una primadonna a tutti gli

effetti, conduce la kermesse canora. Loretta canta

anche la sigla iniziale del festival, “Io Nascerò”,

scritta da un giovane cantautore emergente,Mango.

Il 45 giri ottiene un grande successo e permette a

Loretta di tornare nella hit parade dopo alcuni anni. Il disco vende molto di più

di tante delle canzoni del Festival e diventa singolo d’oro. "Io nascerò"

rappresenta per Loretta una novità assoluta, è un brano in tutto e per tutto

diverso dal tipo di canzoni fino a quel momento interpretate da lei, che acquista

così una nuova credibilità di interprete. Inizialmente l'arrangiamento doveva

essere di Vince Tempera (che difatti compare come nelle prime copie

pubblicate) ma, come Loretta stessa racconta, il maestro Tempera non era

soddisfatto, e all’ultimo momento fu chiamato Mauro Paoluzzi.   Il lato B , "Un

bacio" ,è un bel pezzo di Menegale-Pareti, che però non viene inserito nel

nuovissimo ed originale album "C'è poesia".

 

IL MIO UOMO / QUESTA NOTTE DORMO QUI

FONIT-CETRA  - 1988

 

“Il mio Uomo” è l’ultima canzone incisa da Loretta

pubblicata su supporto vinilico a 45 giri. La canzone,

prodotta da Mario Lavezzi ed arrangiata da Pinuccio

Pirazzoli, è sigla di “Via Teulada 66”, trasmissione

quotidiana di mezzogiorno che Loretta conduce su

Rai Uno. Il brano, una sorta di monologo musicato, è

scritto per Loretta da Ron su un’idea di Lucio Dalla.

Loretta canta con tutta se stessa realizzando un

profilo in musica del suo compagno evidenziandone pregi e difetti e

dichiarando, alla fine, tutto il suo amore per lui. Un brano autobiografico

impreziosito da una interpretazione talmente sentita ed appassionata da far

commuovere Loretta ad ogni esibizione televisiva. Il retro è “Questa notte

dormo qui”, un estratto dal 33 giri “Donna io Donna tu” .

 

 

pagina precedente - home page

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2000-2005 © www.lorettagoggi.it